Community
Seleziona una lingua
Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Sci freeride Percorso consigliato

Altopiano delle Pale e discesa lungo Val di Roda

Sci freeride · Pale di San Martino
Responsabile del contenuto
APT San Martino di Castrozza Partner verificato  Explorers Choice 
  • Altopiano-Val-di-Roda
    / Altopiano-Val-di-Roda
    Foto: ApT S.Mart, APT San Martino di Castrozza
  • / Altopiano-Val-di-Roda-1
    Foto: ApT S.Mart, APT San Martino di Castrozza
  • / Altopiano-Val-di-Roda-2
    Foto: ApT S.Mart, APT San Martino di Castrozza
m 3000 2500 2000 1500 8 6 4 2 km ROSETTA "GIOVANNI PEDROTTI"
Stupendo percorso in ambiente spettacolare che alterna diversi scenari dolomitici: lunare nell’Altopiano, grandioso nell’Alta Valle del Pradidali, incassato, quasi nascosto in Val di Roda.
difficile
Lunghezza 9,1 km
4:00 h.
507 m
1.629 m
La discesa, una chicca per veri intenditori, va colta al momento giusto; per trovare buona neve in tutta la discesa occorrono infatti intuito, conoscenza dell’ambiente e della neve. Sicuramente l’anello è tra i più suggestivi del gruppo, anche in relazione dislivello in salita e della lunga sciata in discesa che riporta a San Martino di Castrozza.

Consiglio dell'autore

Il giro rappresenta una vera chicca per lo sci nelle Dolomiti; va colto nel periodo opportuno per trovare firn nel vallone Pradidali e polvere stabile in Val di Roda. Sono presenti due ancoraggi per superare l’eventuale corda doppia; quello alto è stato posto per permettere in caso di neve dura di essere raggiunto in sicurezza con una calata di 20 mt.
Immagine del profilo di ApT S.Mart
Autore
ApT S.Mart
Ultimo aggiornamento: 29.12.2020
Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
2.813 m
Punto più basso
1.497 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Possibilitá di ristoro

ROSETTA "GIOVANNI PEDROTTI"

Indicazioni sulla sicurezza

Evitare il Passo Pradidali Alto dopo venti da Nord, per la possibile presenza di accumuli nei ripidi pendii sottostanti, come da evitare il passaggio troppo alto sotto la Torre Pradidali in salita verso il Rifugio, se ci sono accumuli per le stesse condizioni. Attenzione anche ai pendii Nord Ovest dopo essere usciti dalla valle  di Roda principale, prima di entrare nel bosco, scaricano sempre dopo le nevicate, appena sale la temperatura!
La parte bassa della Val di Roda a volte può essere ghiacciata, fare attenzione a non scivolare in tal caso per la presenza di alti salti!

La stabilità del manto nevoso è soggetta a cambiamenti repentini e imprevedibili. Consultate sempre il bollettino valanghe (www.meteotrentino.it) e informatevi molto bene a riguardo delle condizioni del momento presso gli uffici delle Guide Alpine di zona (+39 0439 768795 – info@aquilesanmartino.com). Le tracce gpx sono puramente indicative del percorso mediamente più sensato, ma non possono essere seguite ciecamente senza una valutazione preliminare dei pendii in quel preciso momento.

Sicurezza, capacità di valutazione e conoscenze sono aspetti fondamentali estremamente importanti per chi desidera praticare attività outdoor in inverno. Riportiamo di seguito alcuni preziosi consigli per affrontare l’escursione in totale sicurezza:

- Scegli un itinerario adatto alle tue condizioni psico-fisiche e tecniche

- Informati presso le Guide Alpine circa la fattibilità del tour; se non sei esperto scegli di effettuare l’itinerario con un professionista

- Non effettuare l’escursione in solitaria

- Prima di partire comunica a qualcuno la destinazione della tua uscita e l’orario di rientro previsto

- Consulta il bolletto nivo-meteorologico locale- Esegui la manutenzione dell’attrezzatura e assicurati che gli strumenti di autosoccorso (Artva, pala e sonda) siano correttamente funzionanti

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

Ulteriori informazioni: www.aquilesanmartino.com

We ride safe: http://www.sanmartino.com/IT/we-ride-safe/

 

Partenza

San Martino di Castrozza – Arrivo a Monte Funivia Rosetta (2.619 m)
Coordinate:
DD
46.264655, 11.833178
DMS
46°15'52.8"N 11°49'59.4"E
UTM
32T 718327 5127355
w3w 
///filmati.nostra.potuto

Arrivo

San Martino di Castrozza – Loc. Col

Direzioni da seguire

Dall’uscita della funivia della Rosetta puntare alle buche sottostanti l'omonimo Rifugio, e lì, indossate le pelli si risale a mezzacosta i pendii che portano all’Altopiano delle Pale di San Martino vero e proprio (N46° 15.965' E11° 51.037'). Da qui con un lungo giro a mezzacosta sotto i Pendii della Cima di Roda e di cima Scarpe ci si porta in prossimità del passo Pradidali Alto (N46° 15.555' E11° 51.084').

Scendere il ripido pendio che porta alla forcella sottostante e da lì attraversando a destra sotto le verticali pareti della Pala di San Martino, di Cima Immink e di Cima Pradidali arrivando alla zona del Lago Pradidali senza però scendere troppo nella valle per non perdere troppa quota.

Risalire ora in direzione del Rifugio Pradidali (M.2278) e poi, girando verso Ovest i pendii sottostanti al Campanile Pradidali che ci si porta in circa trenta minuti  al Passo di Ball (N46° 14.803' E11° 50.830').

Dall’ altra parte della forcella si apre un piccolo angolo di paradiso, nevi spesso di ottima qualità in un vallone super incassato ed esposto a Nord che conduce con pendenza mai eccessiva ad aggirare la Torre Felicita, il primo e il più basso dei verticali campanili della Val di Roda che sovrastano sul lato sinistro; a destra invece la Cima Immink e l’imponente lato Ovest della Pala di San Martino. Aggirata la Torre, a volte è necessario ricorrere alla corda per superare un breve salto di roccia, che però, in normali condizioni di innevamento scompare. Il canale che ne segue invece è spesso piuttosto stretto ed è richiesta avere una buona tecnica per poterlo sciare divertendosi. Uscire a sinistra appena i pendii lo consentono, per accedere al canale parallelo, dal momento che quello principale è sbarrato da un salto di roccia. Superare una breve fascia ripida e a volte scarsamente innevata e sciare poi i divertenti pendii sottostanti nel bosco fino ad arrivare al letto del torrente che dà nome alla Valle.

Attraversarlo e superare i tipici massi erratici che danno alla strada forestale. Da qui per tornare al parcheggio della cabinovia del Colverde occorre seguire la forestale in direzione Nord prima in leggera salita, poi in discesa.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Mezzi pubblici

Info orari: www.ttesercizio.it
Transfer da/per aeroporto: http://www.flyskishuttle.com/it/

Come arrivare

http://www.sanmartino.com/IT/comearrivare/

Taxi e shuttle: http://www.sanmartino.com/IT/taxi/

 

Dove parcheggiare

Parcheggio libero presso gli impianti Colverde - Rosetta

Coordinate

DD
46.264655, 11.833178
DMS
46°15'52.8"N 11°49'59.4"E
UTM
32T 718327 5127355
w3w 
///filmati.nostra.potuto
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Attrezzatura

Per tutte le escursioni di scialpinismo si raccomanda un abbigliamento adeguato anche in caso di repentini abbassamenti di temperatura e che non si bagni a contatto con la neve (capi di vestiario impermeabili tipo Gore-Tex). Inoltre guanti, berretto, occhiali da sole e crema protettiva dovrebbero far parte della normale dotazione di ogni componente del gruppo. Oltre alle pelli di foca, in caso di nevi dure o ghiacciate possono tornare utili i rampant. È OBBLIGATORIO avere in dotazione il kit per l'autosoccorso in valanga, composto da Artva-Pala-Sonda (che può anche essere noleggiato)
Il Casco e altri sistemi di protezione attiva (tipo zaini con sistemi ABS-Airbag) sono vivamente consigliati.

Equipaggiamento per sci di fondo

  • Casco da sci
  • Maschera da sci
  • Occhiali da sole
  • 2 paia di guanti: leggeri, traspiranti e antivento per le salite, normali guanti da sci per le discese
  • Scaldacollo
  • moisture wicking skull / knit cap
  • Abbigliamento multistrato traspirante
  • Giacca da sci leggera antipioggia e antivento
  • Giacca calda supplementare
  • Calze tecniche lunghe/calde, + ricambi
  • Pantaloni da sci leggeri e antivento
  • Zaino da 20 a 28 litri, preferibilmente da trekking
  • Protezione solare labbra (SPF 30+)
  • Provviste sufficienti di cibo e acqua
  • Kit di primo soccorso + cerotti per vesciche
  • Blister kit
  • Sacco bivacco
  • Coperta termica
  • Lampada frontale
  • Coltellino tascabile
  • Fischietto
  • Cellulare
  • denaro contante
  • Dispositivi di navigazione /mappa e bussola
  • Informazioni di contatto per emergenza
  • Carta d'identità

Equipaggiamento per sci di fondo

  • Scarponi da sci alpinismo
  • Attacchi da sci alpinismo per scarponi
  • Pelli compatibili per sci da alpinismo
  • Sci
  • Bastoncini da sci, preferibilmente telescopici
  • Attrezzatura di sicurezza da valanga: faro, sonda da valanga, pala da valanga
  • Ramponi da sci alpinismo
  • Attrezzatura di salvataggio per il soccorso in crepaccio
  • Imbracatura da alpinismo
  • Piccozza leggera
  • Corda per escursioni in alta quota
  • Zaino con airbag da valanga
  • Le indicazioni sull'equipaggiamento sono generate a seconda dell'attività selezionata. Servono solo come indicazione generale per aiutarti a individuare quello che dovresti portare con te.
  • For your safety, you should carefully read all instructions on how to properly use and maintain your equipment.
  • Please ensure that the equipment you bring complies with local laws and does not include restricted items.

Percorsi consigliati nei dintorni

 Questi consigli sono stati generati automaticamente dal sistema.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
difficile
Lunghezza
9,1 km
Durata
4:00 h.
Dislivello
507 m
Discesa
1.629 m
Panoramico Impianti di risalita/discesa Adatto a snowboard Nel bosco
1600 m 1800 m
Mattina
1600 m 1800 m
pomeriggio

Bollettino valanghe

·

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
Durata : ore
Lunghezza  km
Dislivello  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio