Community
Seleziona una lingua
Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Via ferrata Percorso consigliato

Fosne - Cimerlo - Velo - Nico Gusella - Pradidali

Via ferrata · San Martino di Castrozza, Primiero, Vanoi
Responsabile del contenuto
APT San Martino di Castrozza Partner verificato  Explorers Choice 
  • /
    Foto: Primiero Hiking, APT San Martino di Castrozza
  • /
    Foto: Primiero Hiking, APT San Martino di Castrozza
  • /
    Foto: Primiero Hiking, APT San Martino di Castrozza
  • /
    Foto: Primiero Hiking, APT San Martino di Castrozza
  • /
    Foto: Primiero Hiking, APT San Martino di Castrozza
  • /
    Foto: Primiero Hiking, APT San Martino di Castrozza
  • / Ferrata Cimerlo
    Foto: Primiero Hiking, APT San Martino di Castrozza
m 3000 2500 2000 1500 1000 14 12 10 8 6 4 2 km
Questo itinerario sulle Pale di San Martino, è un anello molto impegnativo, sia dal punto di vista del chilometraggio che del dislivello da affrontare. 
difficile
Lunghezza 15,4 km
10:00 h.
2.056 m
2.053 m

L’escursione si sviluppa lungo la parte più meridionale del gruppo delle Pale di San Martino, include 2 cime dolomitiche – Cima Cimerlo (2,505m s.l.m.) e Cima Stanga (2,250m s.l.m.) – , tocca due rifugi – Rifugio Velo e Rifugio Pradidali – e include tre ferrate – Dino Buzzati, Velo e Nico Gusella -

La cima del Cimerlo offre una splendida vista sull’intera Valle del Primiero, vale la pena quindi, una volta terminata la ferrata Dino Buzzati, non scendere subito in direzione della Stanga ma seguire gli ometti verso sud che in 5 minuti lungo la cresta vi condurranno sulla cima. Il punto più alto dell’itinerario è invece la Forcella Stephen (2,705m s.l.m.) tra Cima di Roda e Cima di Ball, senza dubbio il punto più scenografico dell’intera escursione.

Per chi avesse deciso di dividere il giro in due giornate è possibile dalla Forcella Stephen raggiungere in una quindicina di minuti la Cima di Roda, l’ulteriore sforzo sarà ripagato con una splendida visuale a 360 gradi sulle Pale di San Martino. Come precedentemente menzionato, questo è un itinerario impegnativo che vi offrirà una completa varietà di terreni permettendovi di sperimentare un’atmosfera di alta montagna in un ambiente moderatamente sicuro.

Consiglio dell'autore

Se non si ritiene di avere una preparazione fisica adeguata, si consiglia di dividere l'anello in due parti e di alloggiare una notte presso il Rifugio Velo della Madonna.
Immagine del profilo di Primiero Hiking
Autore
Primiero Hiking
Ultimo aggiornamento: 23.06.2020
Difficoltà
difficile
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Livello di rischio
Punto più alto
2.726 m
Punto più basso
1.335 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
Esposizione
NESO

Indicazioni sulla sicurezza

L'ambiente che si presenta è principalmente montano, quindi si consiglia di munirsi di tutta l'attrezzatura necessaria per poter affrontare tre ferrate. 

L'esposizione non è accentuata, ma sicuramente in alcuni tratti può essere pericolosa.

 

Partenza

Fosne (1.334 m)
Coordinate:
DD
46.207632, 11.857787
DMS
46°12'27.5"N 11°51'28.0"E
UTM
32T 720452 5121087
w3w 
///svela.gelato.battuta

Arrivo

Fosne

Direzioni da seguire

Dai Prati Fosne seguire le indicazioni per il sentiero No. 747 fino al Rifugio Velo della Madonna

Dal Rifugio Velo della Madonna imboccare il sentiero No.739 e poi il sentiero No.714 per raggiungere la Forcella Stephen

Conclusa la  Ferrata Nico Gusella seguire le indicazioni per il Rifugio Pradidali

Dal Rifugio Pradidali proseguire sul sentiero No.709 che scende fino alla Portela e da li girare a sinistra sul sentiero No. 719 che conduce a Fosne

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Mezzi pubblici

Il servizio di autobus fornito da TrentinoTrasporti serve Trentino e Veneto, trovate gli orari sul sito www.ttesercizio.it.  Il nome della fermata a cui scendere è quella di Siror, la quale dista un'oretta a piedi dal punto di partenza.

Le fermate ferroviarie più vicine sono quelle di Trento e Feltre, dove sono presenti line autobus per il paese di Siror. Per gli orari dei treni consultare www.fsitaliane.it 

Come arrivare

Le possibilità di raggiungere Fosne sono diverse:

Arrivare in auto:

 

1) l’itinerario migliore A13 (Bologna-Padova) uscita Padova Sud oppure Padova Ovest

SS47 della Valsugana (direzione Bassano/Trento) fino a Cismon del Grappa

SS50bis (direzione Feltre/Belluno) fino ad Arten

SS50 per Primiero, San Martino e Passo Rolle fino a Siror

Seguire le indicazioni per Rifugio Petina

Nota: 130 km circa da Padova a Siror; il tratto Padova-Cittadella della statale nr. 47 della Valsugana è molto trafficato nei giorni feriali.

 

2) A4 (Torino-Trieste) fino a Vicenza + A31(Vicenza-Valdastico) uscita Dueville 

SS47 della Valsugana (direzione Bassano/Trento) fino a Cismon del Grappa

SS50bis (direzione Feltre/Belluno) fino ad Arten

SS50 per Primiero, San Martino e Passo Rolle fino a Siror

Seguire le indicazioni per Rifugio Petina

Nota: 100 km circa da Dueville a Siror.

 

3) A22 (Modena-Verona-Brennero) uscita Trento Sud

SS47 della Valsugana (direzione Bassano/Padova) fino a Cismon del Grappa

SS50bis (direzione Feltre/Belluno) fino ad Arten

SS50 per Primiero, San Martino e Passo Rolle fino a Siror

Seguire le indicazioni per Rifugio Petina

Nota: 110 km circa da Trento a Siror; gran parte del tratto Trento-Cismon del Grappa della statale nr. 47 della Valsugana è una superstrada molto veloce. 

 

4) A22 (Modena-Verona-Brennero) uscita Egna-Ora (BZ) 

SS48 (direzione Val di Fiemme - Val di Fassa) fino a Predazzo

SS50 per Passo Rolle, San Martino di Castrozza e Primiero (nell’ordine) fino a Siror

Seguire le indicazioni per Rifugio Petina

Nota: 70 km circa da Ora a Siror.

Dove parcheggiare

La principale possibilità di parcheggio si trova al Rifugio Petina se ci si vuole avvicinare motorizzati al punto di partenza, altrimenti si consiglia di parcheggiare la macchina nel paese di Siror ed allungare il percorso a piedi.

Coordinate

DD
46.207632, 11.857787
DMS
46°12'27.5"N 11°51'28.0"E
UTM
32T 720452 5121087
w3w 
///svela.gelato.battuta
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Titoli consigliati

A. GRECI, B. HOLZER, P. DONSBACH; Ferrate nelle Pale di San Martino, Idea Montagna Edizioni, 2015

Pale di San Martino ovest, Touring, collana Guida dei monti d'Italia, 2006.

Mappe consigliate

Carta N° 622 Pale di San Martino - Fiera di Primiero 1:25 000: Wanderkarte mit Radrouten, Kompass.

Carta N° 22 Pale di San Martino 1:25.000, Tabacco

Attrezzatura

Vista la complessità dell'escursione, si consiglia di munirsi di :

  • Zaino da montagna, comodo e robusto 
  • Scarponi da montagna o buone scarpe da Trekking, possibilmente in Gore-Tex 
  • Giacca antivento ed eventuali pantavento leggeri 
  • Magliette, biancheria e calzini di ricambio 
  • Pantaloni lunghi da Trekking, comodi per camminare 
  • Pile o maglione pesante
  • Piccolo Kit di pronto soccorso, cerotti per vesciche 
  • Borraccia o Thermos Coltellino e pila frontale 
  • Materiale informativo e cartina della zona
  • Bastoncini telescopici, per chi li trova comodi 
  • Crema solare e macchina fotografica

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
difficile
Lunghezza
15,4 km
Durata
10:00 h.
Dislivello
2.056 m
Discesa
2.053 m
Percorso ad anello Itinerario a tappe Panoramico Ristori lungo il percorso Interesse geologico Percorso esposto Tratti attrezzati Percorso intero attrezzato Via ferrata classica

Statistiche

  • 2D 3D
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
Mappe e sentieri
Durata : ore
Lunghezza  km
Dislivello  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio